Fotografo unioni civili – vademecum

fotografo unioni civili

Fotografo unioni civili a Catania. Alfredo Pappalardo photographer è un fotografo che riesce a cogliere l’emozione tra una coppia omosessuale

Vuoi costituire un’unione civile ma non sai da che parte cominciare?

Intanto hai già trovato il tuo fotografo (che sarei io), che con discrezione e professionalità, racconterà il tuo giorno più bello avendo cura di non tralasciare nulla …..nemmeno un dettaglio.

 

LA COPPIA, formata da due persone maggiorenni dello stesso sesso, può scegliere liberamente il comune a cui rivolgersi per costituire l’unione civile, indipendentemente dal comune di residenza.

LA RICHIESTA di costituzione dell’unione civile va presentata congiuntamente da entrambi i componenti della coppia all’ufficiale dello stato civile (alcuni comuni hanno già cambiato la dicitura degli uffici preposti in “Ufficio Matrimoni e Unioni Civili”, in ogni caso è competente l’ufficio preposto a ricevere le richieste relative ai matrimoni). Alcuni comuni, come quello di Milano, hanno predisposto un modulo precompilato che può essere preso a modello, qualora il comune prescelto ne sia sprovvisto, per facilitare le dichiarazioni della coppia. La coppia deve indicare nella richiesta: nome e cognome, data e luogo di nascita, cittadinanza e luogo di residenza, e deve dichiarare inoltre l’insussistenza delle cause impeditive alla costituzione dell’unione civile di cui all’art.1, comma 4 della legge 76/2016.Al momento della richiesta, l’ufficiale dello stato civile, verificati i presupposti di legge, redige immediatamente processo verbale della richiesta secondo la Formula 1 dell’Allegato A del Decreto del Ministero dell’Interno del 28 luglio 2016 (detto “formulario”), e lo sottoscrive unitamente alle parti, che invita, dandone conto nel verbale, a comparire di fronte a sé in una data, indicata dalle parti, immediatamente successiva al termine di 15 giorni previsto dalla legge per la celebrazione dell’unione civile. Non vanno effettuate le procedure per le pubblicazioni previste per il matrimonio. I comuni hanno l’obbligo di ricevere le richieste fatte dalle parti e fissare entro 15 giorni dalla richiesta la data prevista per la cerimonia.

LA DATA DELLA CELEBRAZIONE E LA SALA sono scelte dalle parti nel rispetto della normativa comunale già in vigore per i matrimoni. Tali norme si applicano automaticamente alle unioni civili anche in assenza di modifiche esplicite delle delibere e dei regolamenti per effetto dell’art.1, comma 20 della legge 76/2016. La coppia può richiedere di costituire l’unione civile in un luogo già messo a disposizione dai regolamenti comunali vigenti per i matrimoni e alle stesse condizioni. La celebrazione dell’unione civile è affidata al Sindaco, o all’ufficiale di stato civile o ad una persona delegata dal Sindaco (come per esempio un componente del consiglio comunale o un amico della coppia) secondo quanto previsto dal DPR 396/2000 in merito alla delega per la celebrazione del matrimonio: tale norma si applica anche in materia di unioni civili come ribadito dal Consiglio di Stato nel parere del 21 luglio 2016.

LA CELEBRAZIONE dell’unione civile consiste nel rendere da parte della coppia una pubblica dichiarazione personale e congiunta di voler costituire un’unione civile di fronte all’ufficiale di stato civile e alla presenza di due testimoni nella casa comunale o, su richiesta della coppia, in altro luogo previsto dalle norme comunali per i matrimoni e alle medesime condizioni. L’ufficiale di stato civile (o il suo delegato) deve indossare la fascia tricolore a tracolla secondo quanto disposto dall’art. 70 del DPR 396/2000, tale obbligo previsto per i matrimoni, per effetto dell’art.1, comma 20 della legge 76/2016 si estende automaticamente anche alle unioni civili. Il celebrante procede all’identificazione delle due parti e dei testimoni, poi dà lettura delle norme che regolano i diritti e i doveri reciproci che scaturiscono dall’unione civile (commi 11 e 12 dell’art.1 della legge 76/2016).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *